The Blog Single

  • Valutare la rata del tuo prestito: Monitorata!

    Quando ci si appresta a chiedere un prestito, è bene effettuare un’attenta autoanalisi della propria situazione finanziaria. Per fare questo, bisogna stilare un lista dei guadagni e delle spese mensili, per confrontare poi entrate e uscite, proprio come viene fatto in un’azienda. La differenza fra entrate e uscite indica quale margine possiamo riservare alla rata del nostro prestito, senza intaccare il bilancio riservato alla famiglia.

    Oggi per valutare la situazione finanziaria è ancora più semplice grazie al nuovo servizio online di Assofin (Associazione Italiana del Credito al consumo e Immobiliare), che aiuta gratuitamente e in maniera totalmente anonima coloro che intendono richiedere un prestito ad analizzare la propria situazione. Il servizio si chiama Monitorata ed è un valido supporto per l’autoanalisi: attraverso le risposte ad un semplice e veloce questionario, lo strumento è in grado di elaborare immediatamente la compatibilità con le rate del prestito e fornire altre utili indicazioni sulla propria finanza.

    Le risposte date al questionario vengono elaborate istantaneamente dal sistema Monitorata in base a dati statistici e socio-demografici precedentemente analizzati e studiati da ricercatori del Dottorato in Banca e Finanza dell’ Università di Roma Tor Vergata.

    Il questionario è molto veloce, oltre a essere – ricordiamo – completamente anonimo. In una prima pagina vengono richiesti dati finanziari tendenzialmente stabili quali professione, importo dello stipendio, eventuale affitto, figli a carico, ecc. Questi dati sono necessari per fornire una valida indicazione sulla solidità del bilancio familiare o personale in relazione alla rata del prestito che si è pensato di richiedere.

    I ricercatori che hanno elaborato il sistema Monitorata, infatti, hanno osservato come la situazione di chi richiedere un prestito possa subire cambiamenti, soprattutto nei casi di lavoratori autonomi o a tempo determinato. Per questo motivo nell’elaborazione della solidità della situazione familiare l’algoritmo alla base di Monitorata tiene conto di fattori come il tipo di professione. Grazie all’osservazione di moltissimi casi reali ed utilizzando sofisticati modelli di calcolo, Monitorata tiene conto del fatto che alcune situazioni sono più a rischio di altre.

    Dopo aver inserito i dati socio-demografici, si procede con il calcolo vero e proprio delle uscite. Le voci di spesa (su base mensile) prese in considerazione riguardano:

    – alimenti e bevande
    – abbigliamento e calzature
    – trasporti e comunicazione (Es: ricariche telefoniche, carburante per auto, assicurazione auto, tagliandi, ecc.)
    – tempo libero e istruzione (Es: libri, pay-tv, cinema, eventi sportivi, ecc.)
    – altri beni e servizi (Es: cura della persona come parrucchiere, trattamenti di bellezza; spese mediche; lotterie, scommesse, ecc. )
    Per chi ha difficoltà a quantificare un certo tipo di spesa, è disponibile il pulsante “Hai bisogno di un suggerimento?” che suggerisce importi basati sui dati medi di famiglie ritenute simili in base ai dati inseriti in precedenza.
    risultati mostrato come ci si colloca in un grafico ideale, raffigurato da una scala colorata che va dal verde al rosso. La zona verde rappresenta la zona “sicura” e corrisponde a una situazione finanziaria solida ed equilibrata. La zona rossa, invece, è la zona “a rischio”: se si viene posizionati in questa zona del grafico, è il caso di rivedere le proprie spese e le uscite in modo da equilibrare meglio il proprio bilancio.

    Va ricordato che il risultato dell’analisi effettuata da Monitorata è il frutto di un calcolo complesso e accurato, basato sul confronto con i dati socio-demografici. Per questo motivo, a parità di entrate ed uscite, due persone che indichino una diversa professione possono avere risultati diversi sulla propria solidità finanziaria, così come a fronte di una diversità di entrate ed uscite, si può venir posizionati nella stessa zona sul grafico: per esempio, nel caso in cui chi ha entrate inferiori ha un lavoro ritenuto più sicuro di quello che guadagna di più o spende di meno.

    Il nostro staff ha testato il servizio con ottimi risultati: le risposte sono rapide, di facile comprensione e precise, oltre a suggerire ottimi consigli in base allo stato della situazione finanziaria. Consigliamo Monitorata dunque non solo a coloro che abbiano difficoltà a valutare il proprio bilancio familiare, ma a tutti coloro che si apprestino a chiedere un prestito, in modo tale da avere un giudizio valido e attento sull’effettiva disponibilità economica.

    Per saperne di più sui prestiti personali e sui parametri di un prestito.

    Claudio Arn
    Co Fondatore di PrestitoaStatali.it

0 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top