The Blog Single

  • REQUISITI DI UN CONTRATTO DI PRESTITO

    Il contratto di prestito è un documento di grande importanza in quanto rappresenta le condizioni fondamentali affinché si realizzi il prestito stesso. Il funzionamento dei contratti di prestito in Italia viene regolato dalla legge 142 del 19 febbraio 1992, dove ci sono elencati i requisiti essenziali che devono essere riportati nel contratto di prestito. Anche nei contratti in modalità ‘online’.

    Vediamo adesso di spiegare, in modo breve, i requisiti che un contratto di prestito deve per forza contenere:

    – L’importo complessivo del contratto (l’ammontare)
    – Il TAN (tasso annuo nominale) e il TAEG (tasso annuo effettivo globale). In questo caso è conveniente che nel contratto ci siano incluse le condizioni se nel tempo viene modificato questo tasso poiché è una cifra che cambia in base alle spese accessorie.
    – Le modalità del finanziamento
    – Scadenze e numero di rate stabilite con l’importo di ogni singola rata
    – Le coperture assicurative comprese nel tasso d’interesse del contratto (e quelle non incluse)
    – Le clausole relative all’estinzione anticipata del finanziamento
    – Il tasso in caso di ritardo nel pagamento

    Per quanto riguarda i contratti di mutuo, il procedimento è leggermente diverso. Innanzitutto è importante dire che non esiste un unico tipo di contratto di mutuo. Le parti, infatti, possono liberamente optare per delle condizioni piuttosto che per altre. Nonostante ciò, ci sono delle regole da rispettare.

    Primo fra tutti, nel contratto di mutuo vanno indicati sia il soggetto erogante che il richiedente, l’ammontare del mutuo, il numero di rate e l’importo di ogni singola rata. Inoltre, è necessario un elenco con tutte le spese che il richiedente deve pagare, poiché il cliente non sarà tenuto a pagare nessun costo se non è stato definito nel contratto.

    D’altra parte, il richiedente avrà sempre il diritto di versare in anticipo le rate rimanenti e colmare così l’intero finanziamento.

    Nei paragrafi precedenti abbiamo dato uno sguardo generale sui requisiti minimi di un contratto di prestito o di mutuo però, occorre tener sempre presente che un contratto non è qualcosa di statico, può subire delle modifiche in ogni particolare situazione o nel corso del tempo. Per questo motivo, bisognerebbe sempre affidarsi a un consulente certificato prima di firmare un contratto di prestito, leggere attentamente tutte le clausole (anche i caratteri piccoli) e studiare diversi preventivi per essere sicuri e convinti del fatto che firmiamo il prestito giusto per noi.

0 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top