The Blog Single

  • Le polizze assicurative comprese nella cessione del quinto

    Per legge la cessione del quinto deve comprendere due polizze assicurative: vita e rischio perdita impiego.

    Queste due polizze assicurative non sono semplicemente una garanzia per l’ente finanziatore, ma sono soprattutto una tutela per l’assicurato e i suoi familiari!
    Grazie a queste polizze assicurative infatti le finanziarie rinunciano al diritto di rivalsa sull’assicurato e sui suoi familiari in caso di premorienza o di perdita dell’impiego per cause non dipendenti dal richiedente.
    Vediamo in dettaglio queste due polizze assicurative.
    L’assicurazione vita, obbligatoria sia per i lavoratori dipendenti sia per i pensionati, copre l’assicurato in caso di premorienza. In questo caso la compagnia di assicurazione provvede a saldare completamente l’eventuale debito residuo della cessione del quinto sottoscritta, rinunciando a richiedere il TFR o denaro agli eredi.
    E’ per questo motivo che quando si chiede una cessione del quinto viene richiesto al cliente un’autocertificazione sullo stato di salute o, nei casi di importi elevati o di età avanzata, può essere richiesta la certificazione del medico di famiglia. La polizza assicurativa riguardante il rischio perdita impiego è un po’ più complicato.
    L’assicurazione rischio perdita impiego è obbligatoria ovviamente per i soli lavoratori dipendenti.
    L’assicurazione rischio perdita impiego copre solo alcuni casi: fallimento del datore di lavoro, riduzione del personale o licenziamento per ingiusta causa. In poche parole, la perdita di impiego non deve essere volontaria. Solo in questi casi, l’assicurazione non si rivale sull’assicurato.
    Nel caso in cui invece l’assicurato si licenzi volontariamente o perda l’impiego in seguito a giusta causa l’assicurazione avrà diritto di rivalsa e richiederà di essere risarcita.
    Nel primo caso, ovvero se il dipendente che ha in corso una cessione del quinto perde l’impiego per fallimento del datore di lavoro, riduzione del personale o per ingiusta causa, l’assicurazione coprirà il debito residuo, non ancora saldato e non sufficientemente coperto dal TFR.
    Il premio assicurativo delle polizze obbligatorie, ovvero quanto dovremo versare, è compreso nelle rate e viene pagata una piccola percentuale per ogni rata.

    Le polizze assicurative della cessione del quinto possono essere emesse sia dall’INPDAP (per i dipendenti pubblici e statali) sia da compagnie assicurative private, che solitamente hanno tempi più brevi e possono essere anche più convenienti.
    Queste polizze assicurative comprese nella cessione del quinto sono una tutela per te e per la tua famiglia: una piccolissima spesa per una grande sicurezza!

    Per saperne di più sul Tan e il Taeg.

0 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top