The Blog Single

  • PRESTITI PERSONALI LIGHT: PENSIONATI INPDAP DRIZZATE LE ORECCHIE

    È tempo di saldi e anche PrestitoaStatali.it partecipa in qualche modo a questa voglia di alleggerirsi proponendo prestiti personali a pensionati INPDAP a condizioni davvero vantaggiose.

    In virtù della loro condizione tutti i pensionati a capo di tale Ente Previdenziale al di sotto degli ottanta cinque anni d’età possono richiedere ed ottenere prestiti personali fino a 60.000€.

    Attraverso la cessione del quinto della propria pensione i pensionati INPDAP possono ottenere una somma di denaro erogata in base alla quota cedibile personale, anche se in passato si è risultati cattivi pagatori e soprattutto senza che venga richiesta un’ulteriore garanzia.

    Possono chiedere un prestito di questo tipo anche coloro che all’attivo hanno già un finanziamento precedentemente acceso.

    La cifra concessa viene restituita dal richiedente che con piccole rate a tasso fisso potrà colmare il suo debito in un arco di tempo da definire.

    Per formulazione questo prestito ha una durata massima non superiore ai 120 mesi.

    La cifra a disposizione del richiedente è spendibile nel modo e nella misura che costui ritiene più opportuna: dall’acquisto di nuovi beni e/o servizi fino alla chiusura di precedenti finanziamenti.

    Per sapere a quanto ammonta la cifra massima che potrebbe essere erogata è indispensabile la Quota Cedibile che indica la rata massima teorica applicabile.

    In questo modo i nostri consulenti saranno in grado di presentare al pensionato un prospetto di prestito che meglio si addice alle sue esigenze.

    Se questo prospetto risulta di gradimento del richiedente è possibile procedere con la formalizzazione della richiesta che verrà inviata alla sede centrale INPDAP accompagnata da copia di un documento di identità valido e del codice fiscale del pensionato assieme a copia del cedolina pensionistico più recente.

    La domanda viene sottoposta all’attenzione dell’Ente Pensionistico che provvederà ad autorizzare l’erogazione del prestito al richiedente.

    Il via libera da parte dell’INPDAP ha una tempistica relativamente breve, nell’arco di circa 20 giorni è possibile disporre della cifra richiesta direttamente sul conto corrente indicato come destinatario dei liquidi.

    Dal mese successivo l’erogazione il pensionato percepirà una pensione ridotta del 20% cioè della rata mensile che l’ INPDAP provvede mensilmente a trattenere al fine di ammortizzare nel tempo il valore del prestito ottenuto.

    Gustavo Arn. Co-Fondatore di PrestitoaStatali.it

0 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top